Soci fondatori

Ci siamo costituiti, fin dall’avvio, come una squadra con competenze diverse, che si integrano.

Marco Rossi-Doria – Presidente

Maestro elementare dal 1975, ha insegnato nei quartieri difficili di Roma, Napoli, negli Stati Uniti in Kenya, in Francia.Primo maestro di strada, ha co-fondato il progetto Chance – scuola pubblica di seconda occasione. Esperto dei processi di apprendimento e delle politiche di integrazione, ha alternato il lavoro a scuola e per strada con l’impegno nelle istituzioni. E’ formatore dei docenti sui temi del contrasto della povertà educativa, dei bisogni educativi speciali, della didattica attiva, della transizione scuola-lavoro. Dal 2011 al 2014 è stato Sottosegretario di Stato all’Istruzione. Premio Unicef Italia per l’infanzia. Medaglia d’oro del Presidente della Repubblica per la cultura, l’educazione e la scuola.

Daria Esposito – Vice Presidente

Educatrice senior formatasi nel progetto Chance e in tante azioni concrete con i ragazzi dei nostri quartieri difficili. Guida i diversi cantieri con i ragazzi lavorando all’elaborazione di nuovi modelli di intervento, aiutandoci a plasmare la nostra organizzazione a misura dell’attivazione dei ragazzi e dei giovani della città.

Enrico Rebeggiani

Sociologo, professore dell’Università Federico II. Porta nel progetto la sua competenza su mercato del lavoro emigrazione dal Sud al Nord e immigrazione. È esperto di ICT.

Fabrizio Ferrentino

Commercialista con una vasta esperienza del sistema delle imprese nel Sud, delle banche, delle imposte. Ci aiuta sui temi della gestione e dell’organizzazione delle imprese dei ragazzi e del nostro lavoro con le fondazioni e con le agenzie di credito.

Stefano Consiglio

Economista, professore dell’Università Federico II, direttore del Dipartimento di scienze sociali segue in particolare i temi della social innovation, dell’avvio di impresa e della sostenibilità e valutazione delle azioni nostre e dei ragazzi.

Paola Consiglio

Economista e aiuta i giovani a creare i loro business plan, a scovare le opportunità nelle misure pubbliche a lavorare con istituti di credito e altre istituzioni per realizzare sogni e progetti.

Siamo uniti dall’amore per la città, dalla convinzione che le disuguaglianze crescenti vanno combattute con costanza e intelligenza e…. dalla passione per il calcio e per la squadra del Napoli.